Archivio per stretta di mano

Con i vetri nelle mani

Posted in La Ricerca del Relativo, Mondo with tags , on 10 marzo 2014 by jackilnero

E’ appena notte e non ho voglia di fare nulla.
Di dormire, di giocare, di suonare, di fare l’amore, di leggere. Sono un rottame cerebrale. Mi capita raramente, ma capita. Tra un po passerà. Mentre penso che dovrei dormire ma mi va di accendere la luce e guardare il soffitto, però poi non l’accendo e fisso il buio fuori e dentro, ragiono. Più o meno.
Penso che quando una persona entra nella tua vita non sai cosa succederà. Se sarà importante o meno, se è cortese , se è lunatica, se è vegetariana, se va in giro in tuta. C’è un attimo in cui mi immagino che ti tenda la mano, socchiusa, e in genere tu la stringi per educazione, a meno che tu non abbia visto farci cose disdicevoli poco prima, tipo infilarsi le dita nel naso (ho visto rifiutare una stretta di mano per questo motivo ed è stato un momento importante di crescita formativa).
C’è chi dice che da come uno ti stringe la mano si capiscono molte cose… A me viene in mente sempre dopo che l’ho stretta.
Comunque, puoi ricevere una stretta frettolosa, o una calda e rassicurante o una insicura e sudaticcia.
A volte mi capita di aver paura che l’altra persona abbia dei pezzi di vetro nelle mani, proprio infilati.
Ma la stringo lo stesso eh… ci mancherebbe.
Che ci scorra il sangue non è un problema, bisogna solo vedere se ne vale la pena.
Quasi sempre si.