Archive for the Politica Category

La stima di un raccomandato per una “professionista”

Posted in Disgusto, Politica, Società on 26 agosto 2011 by jackilnero

Dall’articolo del Washington Post, ripreso da Wil di nonleggerlo:

Despite how she got the job,” said Renzo Bossi, a colleague and the son of Umberto Bossi, Berlusconi’s coalition partner and another powerhouse in Italian politics, “She’s always been punctual and that’s important.”

libera traduzione

nonostante facesse le pompe ai cavalli, aveva sempre un fine e discreto orologio d’oro addosso!”

Io, veramente … io … veramente…
Cribbio.

Alan Moore da Londra

Posted in PERICOLO, Politica, Società, Vento ... on 22 agosto 2011 by jackilnero

Dal papà di V per Vendetta mi aspettavo qualcosa di più accalorato , ma si sa che scrittori e personaggi non combaciano quasi mai.
Cazzo, non dico di uscire a devastare la città, ma almeno sfruttare l’intervista per dare voce a qualcosa di più, era davvero cosi eroico?

Ah, quel che dice sugli sciacalli ovviamente è giusto … è che non so se si puo’ ridurre tutto li.

Sarà mai tempo di Robespierre … ?

Posted in Disgusto, PERICOLO, Politica on 18 agosto 2011 by jackilnero

Queste cose dovrebbero sollevare le masse…
In particolare, la fine:

“Ma non c’è limite al peggio. Occorre anche considerare quali sono i risparmi che non sono toccati. Sono (l’avreste mai detto?) quelli che hanno allegramente evaso il fisco negli ultimi decenni e hanno esportato clandestinamente i loro redditi in Svizzera e altri paradisi fiscali. Solo una parte di quella immensa ricchezza è stata riportata in Italia grazie agli scudi fiscali predisposti amorevolmente dal ministro Tremonti, pagando le risibili aliquote del 2,5 e del 5 per cento.

Prezzi da saldo, se si confronta con quanto ha fatto in questi giorni il governo tedesco, che ha concluso con la Svizzera un trattato che frutterà immediatamente una somma superiore a 2 miliardi di euro (calcolata su un’aliquota compresa fra il 19 e il 34 per cento) e la possibilità futura di assoggettare gli interessi all’imposta tedesca oppure a una cedolare secca del 26 per cento. Insomma, il governo tedesco fa pagare all’anno cinque (o dieci) volte quanto il governo italiano ha consentito di pagare in una sola volta.

L’azione tedesca non è isolata. Da diverso tempo, i paesi che fanno pagare le tasse, Stati Uniti in testa, hanno messo le banche svizzere nel mirino e hanno introdotto crepe profonde nel mistero che avvolgeva il mondo finanziario della Confederazione. Come ha dichiarato un legale al New York Times: “I tempi sono cambiati e il segreto bancario può essere invocato per motivi personali, ma non per evadere le tasse”. In quel varco, in mancanza di un’azione europea comune, si è inserita la Germania, aprendo la strada a un’iniziativa imminente del Regno Unito.

Cosa aspetta l’Italia? Se si considera che la ricchezza posseduta ancora clandestinamente dagli italiani in Svizzera è notevolmente superiore a quella tedesca, si potrebbe mettere in bilancio una somma anche maggiore di quella prevista dalla Germania. Fra l’altro, si tratterebbe di un’iniziativa più equa e giuridicamente più solida di quella di far pagare un supplemento di imposta ai capitali rientrati grazie agli scudi fiscali del passato, come oggi viene proposto. Una misura che va incoraggiata se non altro per motivi di equità, ma che andrà sicuramente incontro a un contenzioso dagli esiti incerti e dai tempi lunghi.

Sarà dura da digerire per chi si è sempre atteggiato a primo della classe, ma per rispettare davvero il risparmio degli italiani, basta copiare il compito di Angela Merke”

Robespierre dove sei ?

Proposta 1. Gestione della prostituzione

Posted in Politica, Proposte on 12 agosto 2011 by jackilnero

Ok … visto che fioccano proposte a destra e a manca da tutte le parti, raccogliero’ qui le due idee fisse che ho in testa, con più dati possibili e riferimenti, in modo da poterle copiaincollare dove ci sarà la possibilità.
Comincio con la prima: tassazione della prostituzione.

– Analisi:
Nell'”europa avanzata” è cosa consolidata e normale. Non per questo sembrano più puttanieri che noi italioti.
Volume di affari stimato : 15 – 50 MLD di Euro
“Fenomeni adolescenziali come il sexting o il web camming dimostrano come oggigiorno in Italia esistano centinaia di migliaia di persone che erogano prestazioni sessuali (anche virtuali) a fronte di una contropartita economica, per loro scelta personale e senza imposizione alcuna. La prostituzione in Italia potrebbe generare un gettito annuo stimato fra i 10 e 15 miliardi di euro considerando una flat tax del 25% ed un volume d’affari (che nessuno riesce a stimare complessivamente) di circa 50/60 miliardi di euro all’anno. Chi pensa che la prostituzione non venga istituita in Italia a fronte della presenza ed ingerenza del Vaticano nella vita politica del nostro paese non ha bene messo a fuoco il potenziale economico che questo “settore professionale” produce ogni anno: oltre il 30% dei proventi economici delle organizzazioni criminali è dovuto al racket della prostituzione. I primi ad essere danneggiati da un’eventuale tassazione di stato sarebbero proprio le mafie internazionali. ” fonte: http://www.eugeniobenetazzo.com/tassare-la-prostituzione.htm

– Settore in mano a malavita, che fa cassa e opera sfruttamento di ragazze, anche minorenni.
Video-shock, non guardate se impressionabili

“Prostituzione in Italia anno 2001
I dati Ministeriali del 2001 (altri non ne ho trovati per ora) dal Dipartimento delle Pari Opportunità stimano la presenza di 80.000 persone occupate nel mercato della prostituzione, di cui 50.000 straniere:
il 48% proveniente dall’est Europa
il 22% dall’Africa
il 10% dal sud America.
10.000.000 sono i clienti abituali delle prostitute, il 45,14% della popolazione maschile residente (dati ISTAT degli uomini di età compresa tra i 18 e gli 80 anni) 3.000.000 preferiscono le minorenni a cui avanzano richieste di rapporti non protetti nella maggioranza dei casi, ottenendoli nel 43%; il 21% è di età compresa fra i 19 e i 25 anni. La media è di 30 clienti a lla settimana, il prezzo medio oggi in ribasso è di L. 50.000, ma spesso inferiore, data la concorrenza ed il momento economico.
E’ rilevante Il numero di donne straniere clandestine che perseguite con il rimpatrio, ritornano in Italia.”

Proposte:
– Introduzione IVA 20% su prestazioni
– Inasprimento economico delle pene per chi usufruisce di prostitute sulle strade
– previsto un controllo sanitario obbligatorio e gratuito, con rilascio di certificazione da esibire a richiesta del cliente, ne sarà perseguito il mancato adempimento
– previsto un controllo fiscale, e quindi la tenuta della contabilità come professionista privata, o in società, o in cooperativa, e l’ emissione di fattura al cliente
– controllo sull’esercizio legale
– iscrizione ad un Ente Previdenziale, a garanzia dei diritti di assistenza e previdenza
– Vietata nelle strade
– viene autorizzata in luoghi chiusi privati o pubblici: case private (locate come locali commerciali), club, alberghi
– E’ prevista anche la prostituzione itinerante, a domicilio dei clienti
– previste zone a luci rosse (ammesse qui le insegne luminose e pubblicitarie)
– Vietato l’adescamento fuori dai locali di esercizio

Vantaggi:

– Introito stimato IVA 20%: stime difficili, si pensa da un minimo di 2 a un massimo di 10 MILIARDI di Euro
– Duro colpo alla malavita, ostacolata l’induzione e lo sfruttamento
– Minori costi sociali dal punto di vista sanitario
– Riqualificazione di quartieri e vialoni di città e periferie
– ulteriore indotto per affitti

Onestamente non trovo molti aspetti contrari alla legalizzazione e quindi alla gestione del fenomeno, per quanto squallido, per di più, in questo momento di estrema urgenza dove ci vengono messe le mani in tasca in tutti i modi.

Portero’ questa proposta in giro per la rete , dove capita …

Tra demagogia e stupenda concretezza

Posted in M5S, ottimismo, Politica, Proposte on 11 agosto 2011 by jackilnero

Proposte per il M5S in politica
Mi appunto questo “messaggio”, anche se i ComunicatiPolitici di Beppe hanno un suono ed un aspetto tetro e Imperiale (nel senso starwarsiano del termine).
L’idea mi fa nascere una speranza … forse è controproducente, come diceva Paolo Barnard parlando di gate keepers e della loro funzione indiretta di “oppio del popolino”. Ma mi piacerebbe godermela per un po’.

Come ho scritto la in diversi commenti pero’ (odio quel blog non so come tenerli sotto osservazione ne se Grillo o l’omino dietro di lui se li caga), trovo la proposta di stipendio a 3000 Euro più demagogica e controproducente che altro… meglio di tutto il resto che gira, comunque.

Fumarsi il debito

Posted in Politica, Proposte, Società on 5 agosto 2011 by jackilnero

Da un professore di Economia un’analisi sulla liberalizzazione delle droghe leggere in Fracia, che porterebbe 1 miliardo ( nove zeri) di Euro alle casse francesi, abbattendo anche 300 milioni di costi al momento sostenuti per controllare il fenomeno.

Gestire. Senza ipocrisie e/o allarmismi e/o euforie.
Gestire, niente più

Oggi è un MI7.
Sarebbe un blues, ma quando non è un blues ? Oooohhh yeah

Tutto a puttane sempre … non sarebbe male farlo per bene!

Posted in Politica, Proposte, Società on 18 luglio 2011 by jackilnero

Di nuovo Benetazzo…
Mi piacerebbe pensare che ce la faremo, prima o poi. E’ pur sempre un’alternativa a dar fuoco al Parlamento

Nervosismo da votazioni …

Posted in ottimismo, Politica on 30 Maggio 2011 by jackilnero

Non sono le politiche … non credo alle solite sparate cretine di gente di altri pianeti … fatico a capire i tifosi di questa o quella squadra…

ma porca miseria mi sta venendo l’agitazione nell’attesa di sapere i risultati dei ballottaggi!
Per fortuna stasera sono in palestra ed evito a me ed ai miei amori una maratona di TV sparaminchiate … Chissa se il vento cambia davvero.

Una spiaggia per 90 anni

Posted in destra, Politica on 6 Maggio 2011 by jackilnero

“Per quest’anno … non cambiare … stessa spiaggia stesso schifo”

Chissà chi ci ha guadagnato, oltre che i proprietari milionari degli stabilimenti …

Non mi avrete MAI

Posted in Disgusto, PERICOLO, Politica, sinistra on 5 Maggio 2011 by jackilnero

MifatevomitaremifatedisperaremifatevenirvogliadivotareBerlusconi, mi fate venir voglia di dare ragione a chi dice che votare non serve …
Poi respiro un attimo e penso che non ce la farete, bastardi. A votare ci andro’ sempre, scheda bianca, scheda accartocciata, voto al M5S o chi ci sarà nella voce “altri”. Perchè io so cos’è il voto e so che è una cosa di cui avete terribilmente bisogno, e vi fa terribilmente paura. Per quanto spuntata, è pur sempre una NOSTRA arma. Non VOSTRA. Bastardi.

bastardi.

L’unico commento che ho intravisto diceva all’incirca “capisco l’informazione ma certe cose meglio risparmiarle per non indebolire la sinistra” e mi provoca lo stesso disgusto della notizia. E mi fa pensare che certa gente questa classe politica se la merita.
Ma non capite … non capite …
che tristezza

edit – PS: tanto per restare in tema … dio che schifo.