Via Paolo Fabbri 43 / parte 2

…dopodichè, ce ne siamo andati. Al vecchio mulino dove Francesco era cresciuto, a Pistoia e in giro per l’Appennino.

La sera, alla vecchia osteria consigliata da Francesco, a parlare di canzoni e di amore, di coincidenze e che bello che è qua.

“l’unico rammarico è l’orecchino…era del primo nostro anniversario”
“si beh… questa è la quarta o quinta volta che lo perdi?”
“quinta, ma l’ho sempre ritrovato. Ti ricordi quella volta addirittura per strada, al ritorno? oppure…”
Ci interrompe il cameriere: “Chiedo scusa, voi due siete stati da Guccini oggi?”

Ci guardiamo tra lo stupito ed il divertito… “noisi macome fa saperl.. erchè scusi?”
“c’è Francesco al telefono per voi”
DM parte come un razzo tra i tipici sguardi di sottecchi che si vedono al ristorante quando siete involontariamente al centro dell’attenzione per una scenata di gelosia della vostra/o partner ed io rimango li cercando di assumere l’espressione meno  ebete possibile, senza risultati apprezzabili.

Al ritorno le luccicano gli occhi
“Francesco ha trovato l’orecchino, dice se passiamo dopo…”

L’unica cosa storta è stato il tempismo, perchè DM non è riuscita a gustarsi quell’orgasmo sensoriale che erano i due dessert, mousse di ricotta e crema al mascarpone. Sono cremosamente morto per qualche secondo.

Dopo la terza volta nel giro di un giorno a casa del Guccio avrebbe giustamente potuto mandarci a funghi, ma anzi si è informato se avevamo mangiato bene e c’è stato il tempo per ringraziarlo ancora ed invitarlo in Trentino.
L’orecchino alla fine era scivolato sul fiocco del cesto mentre lo portavamo in giro per il paesino, e la sera mentre scartavano il tutto era cascato brillando sullo speck.

DM era decisamente raggiante, ed io con lei, per lei. Può sembrare una sciocchezza per chi considera normale certe attenzioni, ma abbiamo pensato che dopotutto non era cosi scontato che si scomodasse per cercarci e richiamarci a casa sua. Un pò per il fastidio in se, un pò perchè sovente le persone “famose” riservano sorprese non sempre piacevoli, rivelando un’arroganza ed un malessere comprensibili ma non giustificabili, almeno per me.
E giù a ragionar di coincidenze, del fatto che avremmo potuto fermarci a cena a Pistoia o da un’altra parte, del fatto soprattutto che Francesco si era ricordato di dove saremmo stati la sera e del nome di DM al telefono. Una persona che ascolta.

“Jack ci pensi? credo che questo “Phrhonto, sei DM?” non me lo dimenticherò mai”

Annunci

38 Risposte to “Via Paolo Fabbri 43 / parte 2”

  1. bello…:-)
    tutto questo. voi. bello.

  2. Citerò Silvana per commentare il tuo scritto:
    “Bel post, peccato i commenti.”
    Love you, Lacorta!

    • Ogni volta che leggo “Lacorta” inizio a ridere, grazie!

      Géc, bella continuazione di post!
      Domanda, hai mai letto uno dei suoi libri? Credo ne abbia pubblicati due o tre.

      • Si li ho letti, sulla scia di DM ovviamente, ma ne ha scritti un po di più.

        Il filone di Santovito Benedetto, gialli tra fine 800 e anni di piombo.

        Malastagione, il primi di una serie di gialli ambientato in tempi moderni con protagonista una guardia forestale

        alcuni racconti, e il libro delle cose perdute mi pare, che parla di vecchi giochi , strumenti e altro che non si usano più (questi non li ho ancora letti, ma li abbiamo sulla mensola 😉 )

        I gialli li scrive a quattro mani con Machiavelli , definito il “padre del giallo italiano” ( che non avevo mai sentito, ammetto) e scivolano via bene… diciamo che li ho cominciati perchè erano di Guccini, ma li ho continuati perchè sono piacevoli.

      • PS: sul tuo blog mi sa che sono ospite fisso dello spam xD

      • Géc ti giuro che non é volontaria..xD
        ora controllo subito e ti libero!! 😀
        Comunque non sapevo ne avesse scritti piú di due..io ho letto solo Malastagione e mi é piaciuto veramente tanto.

      • Si anche a me, è stato il primo che ho letto e sono andato ad una premiazione in Valpolicella a sentirlo presentare da Guccini e Machiavelli.
        Ti posso dire in anteprima che nella chiaccherata è uscito che stanno aspettando un incontro coi forestali per mettere a punto il seguito, basato su un caso vero.
        Aspettiamo fiduciosi 😉

      • questa é una notizia che mi piace un sacco! grazie!

    • è una tua nuova amica, questa Lacorta?
      un bel cognome, però.

    • qualcuno disse “ognuno ha i commentatori che si merita…”

      e ora vado a soffocarmi con la brioches ripiena alla crema

  3. piumedangelo Says:

    Ciao! Volevo dirti che ho consegnato la “missiva” a PulcioA.. ti faccio sapere cosa dirà 🙂

  4. Io sono di quelli che pensano: “A me non succederà mai una cosa così”. E non perché non porto gli orecchini…
    Bella per voi! 😀

  5. simmuccia Says:

    sono straziata dalla commozione, dalla tenerezza e un pizzico abche dall’invidia…!
    E siccome non credo al destino ma solo al calcolo delle probabilità, considero che fino a qui alla tua dolce DM le è andata anche troppo bene, e quindi ti consiglio di fare ogni cosa possibile affichè quel benedetto orecchino non scivoli un’altra volta. (fermaorecchino di gomma? Verifica e riparazione della chiusura? insomma, vedi tu….) ;-)p

    • Grazie 🙂
      L’orecchino è già stato riparato, ma è stato inutile. Pero’ adesso le ho imposto di metterlo nella stessa cornice delle foto e degli autografi, almeno di li non si muoverà più e ci ricorderà sempre una giornata particolare 😉

      • simmuccia Says:

        ottima e saggia idea, se reliquia deve essere, che reliquia sia! ;-)p (ormai ha troppi significati per correre il rischio di essere perso di nuovo…) 🙂

  6. Ma ma ma che figo! (che commento intellettuale)
    Mi piace come hai scritto la vicenda, e adesso che so che Guccini non se la tira posso dormire più tranquilla 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: